Coronavirus: il Teatro San Carlo di Napoli lancia #StageAtHome

Tempi duri, quelli della quarantena, ma che ognuno di noi sta cercando di ottimizzare nella maniera migliore possibile, sia a livello lavorativo che di vita quotidiana.

Nonostante tutto, però, le giornate passate in casa cominciano ad essere tante, messe tutte in fila, e all’orizzonte se ne prevedono sicuramente molte altre: come evadere, quindi, pur restando tra le mura domestiche?

Moltissimi enti e privati stanno organizzando attività ricreative, formative e di intrattenimento – anche gratuite, in tema #SolidarietàDigitale – e, tra flash mob in balcone e ricette con cui fare passaparola, anche il Teatro San Carlo di Napoli ha voluto dare il suo contributo.

 #StageAtHome: spettacoli fruibili dalle pagine social

Se ne parla già da diversi giorni: il San Carlo, infatti, ha lanciato l’hashtag #StageAtHome per comunicare a tutti gli amanti dell’Opera una nuova iniziativa.

Per continuare a tenerci compagnia, seppur a distanza, lo staff ha pensato di organizzare una serie di appuntamenti, attraverso i canali social ufficiali, per portare il suo palcoscenico nelle case di ognuno di noi; come tutti i teatri, in effetti, anche quello napoletano è chiuso fino andata da destinarsi, ritrovandosi a sospendere tutti gli spettacoli previsti per questa stagione; ma, grazie a questa iniziativa, lo stop non sarà totale né definitivo, diventando, così, possibile gustarsi alcuni degli spettacoli delle passate stagioni in una succulenta e variegata programmazione che attinge direttamente dall’Archivio Storico e Musicale di Opere, Concerti e Balletti.

Inoltre, verranno resi disponibili anche contenuti speciali tra cui prove d’assieme virtuali, approfondimenti storici (grazie alla partnership Google Culture – Archivio Storico del Teatro di San Carlo), backstage, interviste e curiosità.

La trasmissione avviene quasi ogni giorno alle ore 20 ed è fruibile attraverso gli account Facebook, Twitter ed Instagram del teatro.

La programmazione

Per tutti coloro che hanno voglia di immergersi nell’Opera, nella musica classica, nella lirica e nel balletto, ecco il programma condiviso sul sito ufficiale.

Marzo:

  • 16 marzo – OPERA Cavalleria Rusticana – di P. Mascagni
  • 18 marzo – BALLETTO Il lago dei cigni – di P. I. Tchaikovsky
  • 21 marzo – BALLETTO Cenerentola – di S. Prokofiev
  • 23 marzo – OPERA Otello – di G. Rossini
  • 25 marzo – BALLETTO Lo schiaccianoci – di P. I. Tchaikovsky
  • 28 marzo – OPERA Ermione – di G. Rossini
  • 30 marzo – CONCERTO Zilberkant / Laca

Aprile:

  • 1 aprile – OPERA Manon Lescaut – di G. Puccini
  • 04 aprile – OPERA Carmen – di G. Bizet
  • 06 aprile – BALLETTO Pulcinella – di I. Stravinsky
  • 08 aprile – BALLETTO La Dame aux Camélias – di C. Davis

Altre date dovrebbero arrivare da un momento all’altro.

In contemporanea, poi, prosegue anche il progetto Scuola InCanto che, con una serie di appuntamenti giornalieri di didattica online a base di stimolanti contenuti interattivi, porta avanti il percorso di studi su “L’elisir d’amore” (Donizetti) rivolto a bambini, ragazzi e docenti.

In questi tempi difficili il Teatro di San Carlo sente ancora di più la necessità di rafforzare la propria mission civile regalando, per quanto possibile, un attimo di spensieratezza, bellezza, arte, risvegliando in ciascuno, grazie a quei valori che costituiscono l’identità del nostro Paese, quel forte senso di comunità necessario a superare questo momento di difficoltà. La nostra attività di Spettacolo dal vivo è un’attività collettiva fatta con l’uomo e per l’uomo” ha detto la sovrintendente Rosanna Purchia.