I benefici della musica

Da ben 60mila anni abbiamo la fortuna di godere della musica a scopo ludico ma non tutti sanno che la musica ha anche molte qualità terapeutiche.

Che sia cantata, suonata o ballata, è stato dimostrato scientificamente che la musica possa essere curativa per svariate patologie che vanno dall’oncologia alla neurologia. Certo, ogni ambito ha il suo impiego, ma chiunque può trarre benefici da quest’arte.

Scopriamo insieme quali sono i benefici fondamentali che può apportare la musica

I benefici della musica

La musica è una toccasana per la salute ed è in grado di curare le più svariate malattie: aiuta contro la depressione, contro i disturbi dell’umore e contro i disagi psichici.

La musica è un’ottima alleata nella cura di alcuni disturbi dell’apprendimento, l’autismo e la demenza. Inoltre, è dimostrato che chi pratica l’utilizzo di uno strumento musicale rinforza la sua riserva cognitiva che da anziani riesce a ritardare l’avvento della demenza senile.

E’ risaputo che la musica migliora il nostro umore andando ad incidere su ormoni come endorfine e cortisolo. Influisce sulla respirazione, sul battito cardiaco e sulla pressione sanguigna e migliora concentrazione e produttività.

Inoltre, è dimostrato che i bambini che seguono lezioni di musica, sviluppano un Q.I. superiore agli altri coetanei.

Qual’è la musica che fa bene

Ma quali sono le musiche che sono davvero curative per la nostra psiche e per il nostro umore?

Una musica, per essere più rilassante di un’altra deve rispettare determinate caratteristiche, vediamo insieme quali sono quelle curative:

  • Ritmo regolare. Un ritmo regolare ha una effetto stabilizzante, al contrario un ritmo irregolare risulta destabilizzante
  • Tempo di esecuzione moderato. Affinché una musica ci regali un’atmosfera serena è fondamentale che abbia un tempo di esecuzione moderato.
  • Suoni poco acuti. Un suono molto acuto corre il rischio di generare tensione nell’ascoltatore quindi, è preferibile ascoltare musiche con suoni poco acuti
  • Intensità. L’intensità del suono è fondamentale rispetto all’effetto che si vuole ottennere dall’ascolto di una determinata musica: un suono molto forte ha un effetto energizzante, un suono più debole un effetto calmante.

Musicoterapia

La musicoterapia è un trattamento di tipo riabilitativo che si utilizza per raggiungere determinati obiettivi terapeutici. E’ molto utilizzata lì dove ci sono difficoltà relazionali, comunicative, di espressione o di apprendimento.

In questa terapia la musica, grazie all’ausilio di strumenti musicali o della voce, viene utilizzata per esprimere e condividere le proprie emozioni che spesso non vengono esteriorizzate così facilmente.

La musica ti consente di avere uno strumento comunicativo del tutto nuovo che ti trasporta in un luogo piacevole dove, a volte, è molto più facile entrare in contatto con se stessi.

Visto i numerosi benefici della musica, non stupisce che sia stata utilizzata fin dall’antichità in cerimonie rituali molto importanti.