L’amore nell’opera lirica

La musica, di qualsiasi natura essa sia, è una grande espressione di sentimenti, di emozioni, e quindi d’amore.

L’opera lirica, a riprova di ciò, trasuda amore da ogni nota. Amore sofferto, amore straziato, amore romantico, amore fraterno. Per ogni tipo d’amore l’opera è un’alcova perfetta, una cassa di risonanza senza pari.

Fin dalla nascita della musica, un tema ricorrente, in realtà ben predominante, è stato quello dell’amore in ogni sua forma.

L’amore senile è narrato ne Il barbiere di Siviglia.
L’amore sbagliato è raccontato ne La traviata.
L’amore irresistibile è espresso in Così fan tutte.
Il furto d’amore è invece declinato in Rombières.

E ancora opere quali Romeo e Giulietta, dove il profondo sentimento è ostacolato, ma è così forte da sfidare la morte e superare la paura.

E Devo paragonarti a un giorno d’estate? associa la felicità per l’esistenza della persona amata alla felicità impagabile di un raggio di sole che scalda il mondo.

Tutto è amore, ogni cosa rappresenta una sfaccettatura di un sentimento così profondo da declinarsi in molteplici altri, da essere presente in molteplici forme di sentimento, in tantissimi gesti, in tantissimi sospiri e, quindi, in innumerevoli opere.