Maria Anna Mozart: Amadeus non era l’unico artista di famiglia

Wolfgang Amadeus Mozart è tra i più noti compositori al mondo. Ciò che non è noto a molti, però, è che ebbe una sorella talentuosa tanto quanto lui.

Si chiamava Maria Anna Mozart. Nata il 30 luglio del 1751 a Salisburgo, fu quattro anni e mezzo più grande del celeberrimo fratello, e la quarta figlia dei loro genitori, ma la prima sopravvissuta. I precedenti tre infatti morirono subito dopo il parto, come altri due venuti alla luce dopo di lei. Per questo motivo Walfgang Amadeus e Maria Anna furono gli unici, tra sette, a sopravvivere.

Il padre era un compositore e un musicista. E cercò di tramandare l’amore per la musica anche alla sua piccola Anna, dandole lezioni fin dai suoi sette anni. La bimba risultò una spugna tanto dotata, soprattutto per quanto riguarda il pianoforte e il clavicembalo.

A quell’età Amadeus aveva perciò tre anni e, tanto affezionato alla sorella, la seguiva anche durante quelle lezioni, dalle quali cominciò ad apprendere.
Continuarono perciò a seguire entrambi la strada tracciata dal padre, al punto tale che Maria Teresa, imperatrice austriaca, nel 1762 volle entrambi i musicisti a suonare davanti alla corte imperiale di Vienna, dove ottennero grande successo.
Da lì il genitore li portò in tournée in Europa, dove ottennero grande fama. In quel periodo in molti sostennero che il talento di Maria Anna fosse addirittura maggiore di quello di Wolfgang Amadeus.

Quando la fanciulla raggiunse diciotto anni, però, l’ammirazione nei suoi confronti non bastò al genitore per farle proseguire la carriera da musicista. La mentalità dell’epoca volle infatti che il papà l’allontanasse dalle scene, in quanto donna. In più l’uomo si oppose all’amore della figlia per un insegnante privato, spingendola a sposare un ricco magistrato. Il fratello intanto cercò spesso di aiutarla, invano.

Nel frattempo fratello e sorella si allontanarono, per mancanza di chimica tra la moglie di Wolfgang e Anna. Alla morte del marito di quest’ultima, però, i due si riavvicinarono. La donna infatti tornò in città e riprese la sua vita, che rifiorì. Divenne infatti anche un’insegnante di musica.